Sconti Amazon fino al 60
Prima di leggere aiutaci ad offrirti contenuti sempre di qualità
Seguici sui Social Network!

Se sei giunto su questa pagina è perchè molto probabilmente la tua Alfa Mito ha il baule bloccato e non c’è verso di aprirlo. Se non riesci ad aprire il portellone del bagagliaio della tua Alfa Mito nè utilizzando il telecomando nè premendo il pulsante con il logo Alfa, ti potrà essere utile la procedura illustrata in basso.

Come aprire manualmente il baule Alfa Mito bloccato
Bagagliaio Alfa Mito

Spiegato come aprire il baule Alfa Mito bloccato tramite una procedura di emergenza che consente di aprire il portellone del bagagliaio manualmente.

Per fortuna, anche se ad una prima occhiata non si direbbe, esiste una procedura di emergenza che consente di aprire il portellone del bagagliaio della Mito manualmente. Questa procedura può essere davvero utile in caso di malfunzionamenti o in assenza di corrente (ad esempio quando la batteria non da più cenni di vita).

test

L’apertura manuale di emergenza del baule della Mito è davvero semplicissima, ci vogliono davvero 2 minuti e non servono attrezzi particolari. Ecco in basso la procedura per aprire manualmente il baule Alfa Mito bloccato.

Procedura

La prima cosa da fare è quella di ribaltare i sedili posteriori dell’auto. Per farlo basta agire sulle levette poste alle estremità dei sedili posteriori, tirandole verso l’interno dell’abitacolo. Una volta ribaltati i sedili occorre sganciare il pianale in modo da poter arrivare facilmente al portellone. Il pianale si rimuove facilmente spingendolo verso il portellone per poi sollevarlo. A questo punto è facile individuare la serratura del baule, in particolare bisogna individuare una levetta nera in plastica.

La levetta nera di plastica è quella nel riquadro in rosso nell’immagine in basso.

leva-apertura-manuale-baule-alfa-mito

Dall’interno dell’abitacolo è facilmente individuabile la levetta nera, basterà spingerla verso il basso con un dito ed il baule magicamente si aprirà.

Se hai una Alfa Mito potresti essere interessato anche a questi articoli:

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here